È ovvio ma anche molto interessante sapere che la nuova funzione Attività PlayStation su PS5 era in realtà un prodotto del feedback basato sui giocatori.

Secondo un rapporto di Vice all’inizio di oggi, Sony Interactive Entertainment ha selezionato quattro principali problemi che i giocatori devono affrontare nei giochi per giocatore singolo durante la progettazione dell’interfaccia utente PS5; tutti raccolti tramite sondaggi e feedback.

I suddetti problemi ruotavano principalmente intorno alla gestione del tempo, come non avere un’idea di quanto tempo sarebbe durato un gioco, basare le sessioni di gioco sul presupposto che un gioco avrebbe richiesto troppo tempo, trovare difficoltà a tornare a un gioco dopo una pausa, sprecare lunghe ore passando attraverso le guide video dopo essere stato bloccato e il rischio di spoiler durante la ricerca di guide. Sony ha quindi ideato la nuova funzione Attività PS5 per risolvere tutti questi problemi.

Le schede attività vengono visualizzate sullo schermo per i giochi per suggerire attività specifiche che i giocatori potrebbero aver saltato, perso o che devono svolgere. Le carte menzionano anche il tempo in cui i giocatori possono completare questi compiti. Grazie alla velocissima unità a stato solido interna, i giocatori possono passare direttamente a una particolare sezione di un gioco direttamente dalla schermata principale di PS5 per completare le schede attività.

Game Help è un’estensione di Attività che funge da sezione guida incorporata. Demon’s Souls, ad esempio, presenta 180 video a cui i giocatori possono accedere al volo per dare una mano e anche questo senza il rischio di spoiler.

Le attività PS5 quindi informano i giocatori su cosa fare nei giochi, come farle e perché, poiché le schede attività mostrano anche eventuali ricompense al completamento. È un modo semplice per invogliare i giocatori a tuffarsi nei giochi senza preoccuparsi di perdere tempo a leggere su una specifica corsa di risultati come esempio.