Settembre 22, 2020

Recensione di Project Cars 3

Project CARS, nella forma così come la conoscevamo, non esiste più! Il Don Chisciotte tra le simulazioni di guida, l’unico gioco del genere che ha cercato di colmare il divario tra realizzazioni hardcore e mainstream, è ormai storia. Cosa vuoi dire, ti chiedi, visto che ora hai l’impressione di leggere del terzo capitolo di un libro apparso di recente sugli scaffali. La risposta è più semplice di quanto pensi: rimane solo il nome del vecchio asso, mentre il contenuto confezionato in un vestito apparentemente riconoscibile è stato completamente cambiato. Tanto che sembra che Project CARS 3 sia un gioco completamente nuovo …

Recensione di Project Cars 3

Il filo conduttore del gioco è la “guida emozionante”, qualcosa che gli autori (purtroppo) hanno cercato di realizzare in modo artificiale. Invece di lavorare per correggere i bug di Project CARS 2, affinare la campagna e insistere sulle funzionalità di CARS 1, hanno buttato via tutto e hanno iniziato da zero. La gara è noiosa e stai doppiando facilmente i tuoi avversari? Nessun problema, la routine AI entrerà in vigore e, come in un parco di divertimenti, creerà un pasticcio in pista e ti rallenterà. Se, per caso, riesci a uscire da situazioni difficili, l’IA ha un altro asso nella manica: le leggi della fisica non si applicano ai corridori controllati dal computer, quindi dove devi frenare, non hanno a, mentre i loro veicoli si comportano come le vetture Mercedes in Formula 1. OK, nessun problema, non farai affidamento sui giochi offline e trasferirai le partite nell’universo online. Sike! Project CARS 3 semplicemente non apprezza la precisione, la guida pulita e il comportamento da gentiluomo, che sono la base per un buon intrattenimento online. In questo segmento, il gioco ricorda irresistibilmente i precedenti sequel di Forza Motorsport in cui spingere con gli avversari, appoggiarsi al loro telaio nelle curve difficili e tagliare le curve guidando sull’erba erano le cose che ti hanno portato al podio. Sapete tutti che tipo di caos sono diventate le gare online in Forza 7, e questa è l’ultima cosa che i fan seri cercano in una simulazione di guida.

Sebbene ci siano caratteristiche evidenti che avvicinano Project CARS 3 a Forza, non è una cosa così negativa, poiché questa versione di Turn 10 Studios è una delle migliori simulazioni sul mercato. Tuttavia, Project CARS 3 slitta come Bambi sul ghiaccio e cade ancora più in basso, tutto a causa del modello fisico. Ogni repentino cambio di direzione si traduce in derapate, ma non del tipo che ti farà perdere il controllo e finirai fuori pista, ma del tipo che ti farà pensare di essere un buon pilota che reagisce molto bene alle alte velocità e le tiene sempre 500 cavalli sotto il cofano sotto controllo. Mentre ti avvicini al traguardo, la telecamera tremerà e l’auto tremerà così tanto che penserai di guidare un razzo, non un quattro ruote sportivo. Tuttavia, non vi è alcun segno di perdita terminale di controllo e puoi possedere l’asfalto sotto le ruote senza grossi problemi semplicemente tenendo premuto il pedale dell’acceleratore fino al metallo. Sotto questo aspetto, Project CARS 3 ricorda irresistibilmente GRID, ed è risaputo che questo è uno dei giochi arcade in cui le cose sono solo apparentemente sotto il controllo del guidatore. È qualcosa che i fan della simulazione non possono sopportare …

Nuovo livello di controllo

Se ti stai chiedendo se le cose possono peggiorare, devi sapere che le cose non sono poi così terribili. Se Project CARS 2 avesse questo modello di controllo, lo giocheremmo ancora oggi e loderemmo i suoi sviluppatori. Non stiamo parlando di come si comporta il gioco mentre usi un volante, ma di un normale controller. Le ovazioni aperte sul palco sono pienamente meritate, poiché Project CARS 3 ha il miglior modello di controllo e supporto per controller mai visto nel mondo dei giochi di corse. Allo stesso tempo, puoi guidare in modo altrettanto efficiente quando usi la telecamera di inseguimento e quando ti sposti nell’abitacolo. Dobbiamo anche lodare gli autori del gioco per il livello di dettaglio quando si tratta di elementi della cabina di pilotaggio, così come per le auto straordinariamente modellate che sembrano essere “guidate” da una trasmissione televisiva e nel gioco. Nel complesso, la componente grafica del gioco è ottima, il che significa che sarà una vera delizia per gli occhi, soprattutto se si aggiungono al mix il passare del tempo e il mutare delle condizioni meteorologiche. Lo svantaggio è che ci sono solo due “slot” per le condizioni meteorologiche, quindi le gare notturne e le gare sotto la pioggia sono presentate in modo un po ‘meno convincente rispetto alle altre. Abbastanza strano, considerando che guidare sotto la pioggia è stata un’esperienza delizia per gli occhi nella voce precedente.

Personalizzazioni in abbondanza

La campagna, in quanto modalità di gioco centrale, è organizzata secondo il principio classico, e questo è sia un bene che un male. Tre anni fa avremmo dato un braccio e una gamba per un mix di gare in circuito, prove a cronometro e altre sfide, soprattutto perché è risaputo che le vetture sono divise in classi e che è possibile aggiornarle . Puoi spendere i tuoi soldi guadagnati in miglioramenti senza battere ciglio, ed è sicuro che il garage è uno dei segmenti meglio progettati del gioco. C’è anche il reparto che ha fatto in modo che Project CARS 3 ci ricordi Need for Speed ​​- la capacità di “verniciare” la carrozzeria dell’auto, cambiare cerchi e pneumatici e persino modificare l’aspetto e il contenuto delle targhe. Tuttavia, per quanto tutto questo possa sembrare spettacolare, soprattutto perché è stato ben implementato nella pratica, non abbiamo visto nulla di nuovo che ci avrebbe portato a distinguere Project CARS 3 dalla concorrenza. Per il giocatore medio, stufo della sfida delle creazioni arcade classiche, il modo in cui si svolge la campagna sarà un vero piacere, ma lo vediamo da anni, (soprattutto) in Forza e in altri titoli concorrenti.

Infine, diamo uno sguardo ad una delle caratteristiche che ha portato molti appassionati di simulazioni di guida a rimanere a costeggiare i circuiti di Project CARS 2. La modalità di gioco casual permette di impostare la struttura della gara secondo la propria discrezione e le proprie esigenze. Poiché Project CARS 3 ha preso le distanze dalle simulazioni, ora è solo una pallida ombra dell’ex campione. Abbiamo già detto che ci sono solo due “slot” per le condizioni meteorologiche, ma le cose non finiscono qui. Sono stati eliminati i pit stop, non è possibile sostituire le gomme, infatti le gomme non si usurano affatto, né il loro comportamento varia a seconda delle variazioni di temperatura; inoltre il gioco non monitora il consumo di carburante, che è l’ultimo chiodo nella bara. In una certa misura, un gran numero di piste e auto con licenza migliorerà la situazione (le auto non subiscono danni meccanici), ma alla fine è tutto molto, molto sottile. Project CARS 3 è una vera delusione dal punto di vista dell’eredità, alias i suoi predecessori. Ma come nuovo titolo e versione arcade … È qui che la situazione è significativamente diversa e il tuo atteggiamento nei suoi confronti dipende esclusivamente dal fatto che tu possa accettare o meno il cambiamento.

Alti

Ampia selezione di auto e piste Grafica eccellente Supporto per la riproduzione sul controller

Bassi

Modello fisico arcade Molti elementi di simulazione AIA imprevedibili sono stati rimossi (leggi la nostra politica di revisione per chiarimenti)