Qual è la data di rilascio e il prezzo del visore Oculus Project Cambria VR ed è compatibile con Quest?

Il Oculus Project Cambria L’auricolare è stato rivelato durante il keynote di Facebook Connect 2021 e rappresenta la prossima generazione di dispositivi VR dell’azienda. Sfortunatamente, ci è stata offerta solo una rapida occhiata all’auricolare, ma ciò che abbiamo visto ci ha entusiasmato. Abbiamo anche ottenuto alcuni indizi su quale sarà la data di uscita e il prezzo di Project Cambria e informazioni sulla retrocompatibilità con Quest.

Quando è la data di rilascio di Oculus Project Cambria?

Anche se non abbiamo ottenuto una data di rilascio specifica, sappiamo che Project Cambria verrà lanciato l’anno prossimo. Si diceva che avremmo assistito a un’immersione più profonda in un imminente evento di Facebook e la presentazione era abbastanza vaga che saremmo rimasti sorpresi di vederla prima della seconda metà del 2022 al più presto.

Quanto costerà il visore Oculus Project Cambria VR?

Ancora una volta, non sono state fornite informazioni specifiche sui prezzi durante lo streaming di Facebook Connect. Tuttavia, il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha dichiarato che si sarebbe collocato nella “fascia alta dello spettro dei prezzi”. Ciò significa che sarà sicuramente più del modello Oculus Quest 2 più costoso, il 256 GB, a $ 399,99. Questo è attualmente l’unico visore che Oculus vende, quindi il cielo è il limite per quanto riguarda i prezzi.

Project Cambria sarà retrocompatibile con i visori Oculus Quest?

Durante lo streaming di Facebook Connect, è stato confermato che Project Cambria sarà retrocompatibile con le app e i giochi Quest. Non è noto se il nuovo auricolare sostituirà completamente il Quest 2, ma dubitiamo che lo farà. Probabilmente vedremo presto un Quest 3 rivelato in modo che Oculus possa continuare a fornire un visore a basso costo.

Il prezzo elevato del visore Project Cambria deriva in parte dal fatto che può visualizzare sia contenuti VR che AR. Tuttavia, prevediamo che Quest 3 sarà solo VR e non avrà i sensori e le fotocamere necessari per l’AR per ridurre i costi.