Logan Paul ha speso $ 3,5 milioni in carte Pokemon false

Se ti sei mai sentito in colpa per aver fatto un investimento terribile, stai certo che non potrebbe essere così terribile come quello che Logan Paul ha fatto di recente. Meno di un mese dopo che lo YouTuber diventato pugile ha fatto notizia per aver acquistato “l’unica scatola sigillata conosciuta di carte Pokemon del set di base della prima edizione” per l’incredibile cifra di $ 3,5 milioni, Paul ha rivelato di essere stato truffato.

A seguito di speculazioni online sull’autenticità delle carte, Paul ha deciso di filmare un video di unboxing per il suo canale, invitando un noto autenticatore di carte collezionabili ad assisterlo nella verifica della validità delle carte. Nonostante l’autenticatore abbia assicurato a Paul che le scatole sembravano indiscutibilmente ufficiali quando è entrato in contatto con loro per la prima volta lo scorso marzo, la coppia, insieme ad alcuni amici di Paul, ha aperto una scatola per rivelare diversi casi di pacchetti di carte Pokemon incartati che ovviamente avevano stato manomesso.

Spiriti ai minimi storici, il gruppo ha quindi deciso di aprire una scatola, dopo di che è stato rivelato che il contenuto non era affatto carte Pokemon, ma piuttosto pile di carte collezionabili GI Joe stipate in scatole a tema Pokemon.

“Oh mio dio, fratello.” urlò Paul, spingendosi fuori dal suo posto mentre la base musicale del video si gonfiava drammaticamente. “GI Joe? GI Joe? GI Joe? Avrebbe potuto essere qualcos’altro!”

“Siamo stati tutti ingannati”. L’autenticatore rispose nervosamente. “Concordato?”

In precedenza nel video, Paul ha assicurato ai suoi fan che l’uomo da cui ha acquistato le carte – Matt – era ora un caro amico e avrebbe sicuramente rimborsato Paul se le carte fossero state fraudolente. Matt era uno degli amici di Paul all’unboxing ed ha espresso la sua simpatia e shock per Paul, anche se la coppia non ha discusso se sarebbe stato rimborsato o se avrebbero intrapreso qualsiasi azione per perseguire il venditore originale.

Paul ha concluso il video esprimendo quanto fosse scoraggiato dallo scambio, affermando di essere triste per la comunità di carte collezionabili Pokemon nel suo insieme per aver dovuto affrontare regolarmente truffe simili a questa, ma ancora più riconoscente per le carte autentiche che possedeva. Il video è poi svanito, in modo abbastanza sfacciato, nella sigla di GI Joe.

. potrebbe ricevere una commissione dalle offerte al dettaglio.