Il caso di Michael Vick per la Hall of Fame

Punti salienti

Lo stile di gioco di Michael Vick come quarterback a doppia minaccia era molto in anticipo sui tempi, rendendolo uno dei quarterback più influenti che abbiamo mai visto. Nonostante le sue statistiche eccezionali e i risultati sul campo, i problemi fuori dal campo di Vick, in particolare il suo coinvolgimento nei combattimenti tra cani, saranno probabilmente presi in considerazione nel determinare le sue possibilità nella Hall of Fame. Vick ha rivoluzionato la posizione di quarterback e detiene il record di yard in carriera da parte di un QB, ma lui stesso ritiene di non aver fatto abbastanza per meritarsi un’inserimento nella Hall of Fame.

Michael Vick è ufficialmente idoneo per la Hall of Fame dopo essersi ritirato nel 2017, ma ci entrerà? Vick è stato senza dubbio uno dei migliori quarterback che abbiamo mai visto. La sua capacità di uscire dalla tasca e fare una giocata è stata incredibile. Un quarterback in grado di giocare in piedi è normale nel campionato di oggi, ma nei primi anni 2000 non così tanto.

Questo è ciò che ha reso Vick così speciale. Il suo stile di gioco era molto in anticipo sui tempi. Per non parlare del fatto che poteva lanciare un passaggio di 80 yard come se niente fosse. Se parliamo solo del quarterback Michael Vick, le sue statistiche e la sua influenza sul gioco parlano da sole. Ma sfortunatamente, devono essere prese in considerazione anche le buffonate di Vick fuori dal campo e le difficoltà di passaggio all’inizio della carriera.

Leggi di più: I migliori quarterback a doppia minaccia nella storia della NFL

Ad Atlanta è nata una stella

Vick è stato scelto come numero uno assoluto nel 2001 dalla Virginia Tech agli Atlanta Falcons. C’era molta attesa per il suo debutto nella NFL e ha avuto una stagione da rookie piuttosto buona. Vick ha completato 50 passaggi per 785 yard con due touchdown e tre intercettazioni. Si precipitò anche per 289 yard e un touchdown.

La sua seconda stagione è stata il suo anno di successo. Stabilì l’allora record della NFL per il maggior numero di yard di punta da parte di un quarterback in una singola partita con 173 contro i Minnesota Vikings l’1 dicembre. Ebbe anche una serie di 177 passaggi senza intercettazione quando i Falcons finirono con un 9–6–1. documentazione.

Ha accumulato 2.936 yard e 16 touchdown contro solo otto intercettazioni in aria con 777 yard di corsa e otto touchdown a terra nel 2002, quando Vick fu invitato al suo primo Pro Bowl e ottenne persino un voto per MVP. Nel 2004, Vick ha avuto un altro anno eccezionale, lanciando per oltre 2.300 yard e correndo per altre 900, guadagnandosi il secondo posto nella votazione MVP.

In quella postseason, stabilì anche un record NFL con 119 yard di corsa in una vittoria al primo turno contro i St. Louis Rams. Nel 2006, è diventato il primo QB a correre per oltre 1.000 yard in una stagione, stabilendo anche un record che è ancora valido con 8,4 yard per riporto. Sfortunatamente, non sarebbe tornato su un campo della NFL per due anni dopo quella storica stagione.

Fa il suo tempo mentre perde il suo apice

A questo punto, Michael Vick era l’uomo assoluto, finché non arrivarono i guai. Nel 2007, Michael Vick è stato arrestato per il suo ruolo in un giro illegale di combattimenti tra cani. Alla fine, ha preso la sua medicina e si è dichiarato colpevole delle accuse federali di combattimento tra cani e ha trascorso 23 mesi in prigione.

Ore dopo che Vick si è dichiarato colpevole, i Falcons hanno sospeso il QB a tempo indeterminato senza retribuzione per aver violato la politica di condotta dei giocatori. Un anno prima, Vick era il QB più dominante nella NFL. Ora era seduto in una prigione federale. Molti pensavano che quella fosse la fine della storia di Michael Vick, ma non capivano la resilienza di questo ragazzo della Virginia.

Vick è stato rilasciato nel maggio 2009 e tre mesi dopo, Andy Reid ha colto l’occasione, firmando Vick con un contratto di un anno con i Philadelphia Eagles. È stato attivato nel roster di 53 uomini a metà settembre e ha giocato con parsimonia per il resto della stagione dietro Donovan McNabb. Nel 2010, McNabb fu ceduto ai Washington Redskins, ma Vick era ancora QB2 dietro Kevin Kolb. Ma sai perché la chiamano NFL: Not For Long.

È stato nominato titolare il 21 settembre ed è stato votato Giocatore offensivo del mese NFC a settembre. Michael Vick era tornato. Ha concluso la migliore stagione della sua carriera con 3.018 yard di passaggio, 21 touchdown e solo sei intercettazioni, l’ultima delle quali è stata il minimo della sua carriera in stagioni in cui ha giocato più di 10 partite.

Non chiamarlo ritorno

Nonostante avesse mancato quei due anni, non aveva perso un passo nemmeno come atleta, effettuando 100 carry per 676 yard e nove touchdown a terra da record in carriera. Ha anche ottenuto una nomination al Pro Bowl e ha vinto il premio Comeback Player of the Year nel 2010 per quella straordinaria combinazione di narrativa e performance. Dopo un debutto di così grande successo, era giusto che molti si chiedessero quanto sarebbe stato bravo Vick se avesse giocato sotto un guru offensivo come Reid per tutta la sua carriera.

L’anno successivo, nel 2011, raggiunse il massimo della sua carriera con 3.303 yard di passaggio. Tuttavia, ha effettuato solo 18 touchdown contro 14 intercettazioni quando i problemi di Vick all’inizio della carriera nel prendersi cura della palla sono riemersi di nuovo. Anche la squadra regredì, andando solo 8-8 e perdendo i playoff solo per la terza volta in 12 anni. Nel 2012, è stato anche peggio, alla fine è stato sostituito da un debuttante di nome Nick Foles, poiché il record di 4-12 della squadra ha portato anche al licenziamento di Reid.

Nella stagione 2013, Vick ha dovuto competere per il suo posto da titolare contro Foles sotto la guida del nuovo allenatore Chip Kelly. Vick ha riconquistato il suo ingaggio e ha mostrato il suo coraggio con la sua prima partita da 400 yard in carriera perdendo di misura nella settimana 2. A metà stagione, tuttavia, Foles è diventato titolare e il numero sette aveva giocato la sua ultima stagione con gli Eagles.

Quindi, Michal Vick verrà inserito nella Hall of Fame? Non c’è dubbio che abbia messo insieme una carriera straordinaria nella NFL. Ma nemmeno lui crede che riceverà una giacca dorata, come ha recentemente dichiarato al podcast “The Boardroom: Out of the Office”:

Realisticamente mi sento come se non avessi fatto abbastanza. Sento di aver fatto la mia parte per la storia, per lo sport e per rivoluzionare la posizione, e questo è sufficiente.

E rivoluzionando la posizione che ha fatto, Vick detiene ancora il record di yard di corsa in carriera da parte di un QB con 6.109 insieme a 36 touchdown di corsa. È stato anche votato per quattro Pro Bowls e ha ottenuto voti MVP in due stagioni separate. I numeri di carriera di Vick non sono strabilianti, ma il fatto che sia stato in grado di mettere insieme due carriere separate ma solide nella NFL prima e dopo il suo periodo in prigione è unico nella storia della NFL.

Per i nostri soldi, la sua influenza sul gioco nel modo in cui ha rivoluzionato il modo in cui viene giocato il ruolo di quarterback nella NFL di oggi dovrebbe essere sufficiente a fargli ottenere una giacca d’oro. Non sono molti i giocatori che possono dire sinceramente di aver cambiato il gioco. Vic è uno di questi.

Tutte le statistiche per gentile concessione di Pro Football Reference e tutte le informazioni contrattuali per gentile concessione di Spotrac se non diversamente specificato.

Per saperne di più: 1 obiettivo commerciale per ciascuna squadra NFC alla scadenza commerciale