I fan del Man Utd potrebbero “protestare” per la nomina di Graham Potter all’Old Trafford

Punti salienti

I tifosi del Manchester United sarebbero furiosi se Graham Potter avesse l’opportunità di sostituire Erik ten Hag in panchina. Il tattico 48enne è ammirato da Sir Dave Brailsford, che giocherà un ruolo chiave all’Old Trafford dopo la ratifica della proprietà di minoranza di Sir Jim Ratcliffe. Anche i campioni in carica del Napoli sono interessati a tenere conversazioni con Potter prima di recarsi potenzialmente in Italia.

Il Manchester United “potrebbe avere un’altra protesta” da affrontare se nominasse Graham Potter come prossimo capo, come giornalista Dean Jones ha fornito a GIVEMESPORT un accattivante aggiornamento sulla situazione manageriale dell’Old Trafford.

Sebbene Erik ten Hag abbia portato i Red Devils alla gloria della Coppa Carabao e alla qualificazione alla Champions League durante la sua prima stagione alla guida, questa stagione non è andata secondo i piani, essendo passata alla storia come il peggior inizio di stagione nazionale dal 1989 grazie a perdendo quattro delle prime sette partite.

Il Manchester United si sta preparando a entrare in una nuova era grazie a Sir Jim Ratcliffe che si è assicurato una quota del 25% in un accordo da 1,4 miliardi di sterline, e ci sono state speculazioni sui cambiamenti apportati in panchina e a livello di consiglio di amministrazione.

Potter designato come contendente dal compagno di Ratcliffe

Potter è stato identificato come un possibile candidato per succedere a Ten Hag quando la proprietà di minoranza di Ratcliffe del Manchester United verrà ratificata, secondo The Sun, poiché il aiutante dell’amministratore delegato di Ineos, Sir Dave Brailsford, è noto per essere un ammiratore.

Il rapporto suggerisce che Brailsford è un fan del 48enne – che era alla ricerca di una nuova sfida da quando è stato licenziato dal Chelsea ad aprile – e voleva attirarlo nella sede calda del Nizza, squadra della Ligue 1, ma i Red Devils potrebbero dover agire rapidamente poiché anche i campioni in carica della Serie A del Napoli sono desiderosi di discutere di un potenziale trasferimento in Italia.

Il rispettato giornalista Jones ha recentemente dichiarato a GIVEMESPORT che consegnare a Potter le redini manageriali riassumerebbe la posizione in cui si trova il Manchester United, dopo aver lottato per affrontare le aspettative allo Stamford Bridge.

Il curriculum manageriale di Graham Potter

Partite

440

Vinto

185

Disegnato

118

Perduto

137

Obiettivi per

635

Gol contro

527

Tutte le statistiche secondo Transfermarkt

Il tattico nato a Solihull ha preso il suo tempo ed è stato selettivo invece di tornare precipitosamente alla guida dopo la battuta d’arresto del Chelsea, avendo dichiarato di non essere interessato a subentrare ai Rangers e snobbando l’opportunità di diventare l’allenatore del Lione durante le prime fasi della stagione. campagna.

Ma resta inteso che Potter ha già parlato con Ratcliffe in due occasioni, essendo stato collegato al lavoro del Nizza dopo la sua eliminazione dall’Europa Conference League la scorsa stagione, ed era ansioso di andare all’Allianz Riviera prima che un trasferimento in Francia fallisse. giungere a buon fine.

Tuttavia, il Manchester United non sta concentrando tutta la sua attenzione sull’ex allenatore del Brighton & Hove Albion prima che Ten Hag venga potenzialmente eliminato come I Red Devils hanno avuto colloqui verbali con l’agente del dirigente del Real Madrid Carlo Ancelottiche ha ricevuto offerte anche dalle nazionali di Brasile e Canada.

Aggiornamento di Dean Jones: Graham Potter

Dopo aver visto i tifosi del Manchester United organizzare una serie di proteste nel tentativo di costringere la famiglia Glazer a ritirarsi, anche prima della vittoria sul Brentford all’inizio di questo mese, Jones crede che la fanbase sarebbe di nuovo in subbuglio se ten Hag venisse sostituito con Potter.

Il rispettabile giornalista ritiene che i Red Devils sarebbero lasciati in una posizione peggiore che se restassero con il tattico olandese o si rivolgessero ad Ancelotti mentre cercano di lottare per il titolo di Premier League negli anni a venire.

Jones ha detto a GIVEMESPORT:

“Se si sbarazzassero di Ten Hag e scegliessero Graham Potter, potremmo avere un’altra protesta tra le mani perché non penso proprio che sarebbe una via da seguire. Non è necessariamente irrispettoso nei confronti di Graham Potter, è solo che non c’è un pensiero chiaro qui che potrebbe convincere chiunque che questo porterà al successo.

“Con Carlo Ancelotti, si potrebbe dire che c’è una strada verso il successo lì grazie a ciò che ha fatto in passato. Con ten Hag, puoi dire che alla fine dovrebbe esserci successo qui grazie alla filosofia che sta mettendo in atto.

“Ma con Graham Potter, chissà quanti anni ci vorranno? Chissà quanto tempo potrebbe sopportarlo? Potrebbe essere una situazione simile a quella in cui si trovava il Chelsea”.

È improbabile che l’assistente di Ten Hag lasci il Manchester United

È improbabile che Mitchell van der Gaag lasci il Manchester United per l’Ajax, secondo MailOnline, poiché ten Hag desidera disperatamente mantenere il suo aiutante di lunga data al suo fianco nella panchina dell’Old Trafford.

Il rapporto suggerisce che Louis van Gaal, che è tornato alla Johan Cruyff Arena in un ruolo di consulenza dopo aver vinto 54 delle sue 103 partite alla guida dei Red Devils, sta affrontando una dura battaglia per attirare il 52enne vice allenatore. Amsterdam nonostante sia desideroso di affidargli un ruolo da protagonista dopo l’esonero di Maurice Steijn all’inizio di questa settimana.

Per saperne di più: Paul Mitchell “vorrebbe” essere nominato direttore sportivo del Man United

Van der Gaag si è diretto al Manchester United dopo l’appuntamento di Ten Hag l’anno scorso, dopo essere stato presente allo scontro finale della stagione 2021/22 al Crystal Palace prima di mettersi al lavoro.

L’olandese aveva già allenato in Portogallo, Cipro e in patria prima di diventare il braccio destro di ten Hag all’Ajax.