I 5 allenatori più pagati della NBA

Punti salienti

Erik Spoelstra è molto apprezzato per la sua coerenza e il suo successo come capo allenatore dei Miami Heat, giustificando il suo stipendio annuo di 8,5 milioni di dollari. Nick Nurse deve affrontare delle sfide come allenatore dei Philadelphia 76ers, ma viene ben ricompensato con un contratto da 9 milioni di dollari all’anno. Steve Kerr punta a guidare i Golden State Warriors al loro quinto anello e gode della fiducia del front office, guadagnando uno stipendio di 9,5 milioni di dollari per la sua esperienza e il suo track record di successi.

Avere le migliori stelle dell’NBA in campo non significa nulla se un allenatore non è competente o abbastanza esperto per guidare una squadra verso il successo. Ecco perché alcune franchigie della lega hanno investito molto nella ricerca della persona giusta per portare a termine il lavoro.

Ci sono un certo numero di allenatori che hanno dimostrato la loro capacità non solo di sviluppare talento, ma anche di vincere partite con i roster che gli sono stati assegnati. Naturalmente questi allenatori sono molto ricercati, motivo per cui le squadre pagano un premio solo per ottenere i loro servizi.

Detto questo, ecco uno sguardo agli allenatori più pagati della NBA per la stagione 2023-24.

5 Erik Spoelstra – 8,5 milioni di dollari

Il pensiero che Erik Spoelstra non vinca il premio come Allenatore dell’anno nella sua carriera è un crimine in sé. Nelle ultime 16 stagioni, Coach Spo è stato una roccia per i Miami Heat attraverso tutti gli alti e bassi che la franchigia ha visto.

Prima di ottenere l’incarico di capo allenatore degli Heat da Pat Riley nel 2008, ha lavorato come assistente allenatore e scout della squadra dal 1997. Da lì, Spoelstra ha affinato la sua arte e ha studiato il gioco abbastanza da permettergli di guidare Miami a due campionati in sei apparizioni alle finali .

È anche degno di nota il fatto che abbia portato la franchigia a 12 presenze nei playoff in 15 anni al timone. Chi potrebbe dimenticare come ha guidato Miami alle finali NBA nella stagione 2022-23, dopo che quasi tutti gli esperti li avevano contati e non avevano nemmeno considerato la possibilità che arrivassero alle finali?

Questo è un segno di quanto Spoelstra sia stato bravo e coerente per Miami, giustificando il suo stipendio annuale di 8,5 milioni di dollari per allenare gli Heat in questa stagione 2023-24.

4 Nick Nurse – $ 9 milioni

Dopo aver trascorso cinque stagioni ad allenare i Toronto Raptors e aver anche guidato la franchigia al suo unico campionato nel 2019, Nick Nurse è ora passato ai Philadelphia 76ers nella stagione 2023-24. Porta un record di 227-163 nella stagione regolare durante la sua permanenza a Toronto.

Allo stato attuale, l’infermiera ha il compito non invidiabile di allenare una squadra con Joel Embiid e Tyrese Maxey. Altre squadre stanno prendendo di mira il vincitore dell’MVP della scorsa stagione per uno scambio, mentre Maxey sta cercando di migliorare nel suo quarto anno in NBA.

Da parte sua, Nurse deve affrontare tutti i drammi e le sfide con la speranza che i Sixers possano contendersi un anello in questa stagione. Nonostante tutti i suoi problemi, sembra che l’ex allenatore dei Raptors venga ricompensato per questo compito per un importo di 9 milioni di dollari all’anno. Resta da vedere, però, cosa accadrà al primo anno di Nurse a Filadelfia.

3 Steve Kerr – 9,5 milioni di dollari

Nella sua decima stagione da allenatore dei Golden State Warriors, Steve Kerr mira a guidare la franchigia al suo quinto anello. Ma a differenza delle stagioni passate, quando la famosa Death Lineup aveva Kevin Durant, i Dubs 2023-24 cercheranno di far funzionare il loro sistema con Chris Paul.

Un tempo il suo più feroce rivale, Point God ora aiuterà Kerr e i Warriors a raggiungere la terra promessa e il quinto anello del campionato. E anche se è decisamente difficile, Kerr è all’altezza della sfida di raggiungere questo obiettivo. Ha guidato Golden State a sette presenze nei playoff, con sei trasferte alle finali NBA.

Il record di Kerr di 473-238 nelle ultime nove stagioni è anche una testimonianza della sua abilità come capo allenatore. Ecco perché il front office di Golden State gli ha concesso uno stipendio di 9,5 milioni di dollari per la nuova stagione per replicare la sua cultura di eccellenza e successo. Non dovrebbe essere un problema, anche perché il sistema di Kerr ha fatto miracoli per i Dubs e ha la fiducia dei suoi giocatori per andare avanti.

Mentre molti hanno sostenuto che Kerr è sopravvalutato e che ha avuto successo semplicemente grazie a una formazione di talento che ha ereditato da Mark Jackson, ciò che i critici spesso dimenticano di sottolineare è che è sotto il suo sistema che gli Warriors hanno davvero prosperato. Senza di lui, è difficile immaginare se i Dubs avrebbero avuto lo stesso successo che hanno avuto finora con lui.

2 Gregg Popovich – 11,5 milioni di dollari

Al secondo posto di questa stagione c’è il leggendario tattico dei San Antonio Spurs Gregg Popovich con 11,5 milioni di dollari. Allo stato attuale, la sua sola presenza trasuda stabilità, responsabilità ed eccellenza. Ciò è dimostrato dai cinque anelli che ha vinto come capo allenatore del San Antonio negli ultimi 26 anni e da 22 stagioni consecutive di playoff che sono state interrotte nel 2020.

Per questa stagione, Coach Pop ha il compito di guidare Victor Wembanyama affinché diventi la stella di cui San Antonio ha bisogno che sia. Popovich deve escogitare un sistema che funzioni e una formazione che massimizzi al massimo il talento del fenomeno francese.

Dovrebbe essere fattibile per Popovich, poiché aveva fatto la stessa cosa con Tim Duncan e Kawhi Leonard. Tuttavia, sarà interessante vedere come opererà la sua magia su Wemby in questa stagione, soprattutto tutta la pressione e l’attenzione che sta ricevendo la sua giovane stella.

1 Monty Williams – $ 13,05 milioni

In cima a questa lista c’è Monty Williams, ex capo allenatore dei Phoenix Suns che ora gioca con i Detroit Pistons. Assunto nel maggio 2023, Williams ha fatto girare la testa quando il front office di Detroit gli ha offerto un contratto di sei anni da 78,5 milioni di dollari con 13,05 milioni di dollari per il primo anno, il più alto nella storia della NBA.

Insieme a questo contratto arriva la responsabilità per la Williams di allenare e sviluppare un roster guidato da Cade Cunningham, la scelta numero uno dei Pistons dal Draft 2021. A sua volta, il front office spera in un cambiamento dal sopportare diversi anni di mediocrità a una cultura di vittoria ed eccellenza, proprio come ha fatto Williams con i Suns.

All’inizio della nuova stagione, sarebbe interessante vedere come questi allenatori rispetteranno i loro contratti e offriranno il successo alle rispettive franchigie. Resta sintonizzato sui prossimi mesi per vedere quale di questi allenatori affonderà o nuoterà nella stagione regolare.

Per saperne di più: Il leggendario allenatore di basket del college Bobby Knight muore a 83 anni