I dati demo di Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin sono danneggiati: non è possibile continuare a utilizzare questo gioco o correggere gli errori dell’app

I fan che stanno scaricando il Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin demo stanno riscontrando un errore significativo che impedisce loro di avviare il gioco. Quando provano a eseguire la demo di Final Fantasy Origin, i giocatori ricevono un messaggio di errore che dice che “non possono continuare a utilizzare questo gioco o app” e che “i dati sono danneggiati”. La soluzione data è eliminare la demo dalla PS5 e scaricarla di nuovo dalla libreria, ma non funzionerà necessariamente.

Come correggere l’errore di dati danneggiati della demo di Final Fantasy Origin?

Risolvere l’errore di dati danneggiati della demo di Stranger of Paradise: Final Fantasy Origin non è necessariamente facile come reinstallare il gioco. Dopotutto, se il download del gioco stesso è danneggiato, non aiuterà a installarlo di nuovo.

L’unica soluzione a questo problema in questo momento sembra essere la chiusura del gioco e l’attesa. È probabile che Square Enix rilascerà a breve un aggiornamento o una nuova versione del gioco che eliminerà questo errore. Se è limitato a specifiche console PS5 o se è un problema per tutti è la grande domanda. Tuttavia, è abbastanza diffuso che molti si lamentano del problema sui social media.

Fortunatamente, capire come scaricare la demo di Final Fantasy Origin è abbastanza facile. Quindi, una volta risolto il problema con la corruzione dei dati, i fan saranno in grado di trovarlo rapidamente. Dati i limiti dell’interfaccia utente di PS5, l’intero processo potrebbe essere molto più difficile, quindi è un bene che Sony abbia finalmente capito.

Naturalmente, coloro che vogliono provare l’esclusivo legame con il mondo di Final Fantasy 1 sono piuttosto frustrati. La rivelazione di Stranger of Paradise: Final Fantasy è una delle più emozionanti dell’E3 2021 finora e i fan sono pronti a scoprire cosa c’è in serbo per loro quando il gioco completo uscirà nel 2022.